vegetariano in stile etnico
POST

Vegetariano in stile etnico

I trend vegetariani e vegani. Perché mangiare sano significa anche gustare nuovi sapori.

Nel corso degli ultimi anni, i trend vegetariani e vegani hanno preso sempre più piede anche in Italia, come anche  la loro capacità di attrarre un elevato volume di potenziali clienti.

Chi si occupa di alimentazione etnica può sfruttare molto bene questo trend, proponendo piatti o prodotti etnici vegetariani di qualità e creando quindi maggiore varietà e offerta, a disposizione di chi limita le proprie scelte al mondo vegetale.

Ad esempio il tofu  - che può essere considerato come un alimento a metà strada fra la carne e il formaggio - si adatta a infinite declinazioni di ricette, tutte vegane; le spezie - di qualsiasi provenienza - aggiungono particolarità ad ogni piatto; ingredienti non usati nella nostra cucina  - foglie di vite, fiori di banano, tamarindo, bamboo, solo per citare qualche esempio - offrono grandi opportunità di aggiungere novità ai piatti vegetariani.

Sia i ristoranti etnici che i negozi di alimentari etnici possono ottenere ottimi risultati sottolineando la propria offerta vegetariana e la capacità di offrire alternative varie e saporite, sebbene capaci di rispettare gli animali e l'ambiente.

Ma anche i ristoranti e i negozi di alimentari tradizionali possono allargare la loro offerta, integrando una parte di questi prodotti. Il cous cous - per fare un esempio - è un alimento  di origine nordafricana oramai assolutamente accettato anche dai più diffidenti riguardo alle cucine etniche, come anche il bulghur, la soia e alcune verdure di importazione come il kale (o cavolo riccio), uno dei ‘superfood’ del futuro.  

Nel complesso, l'abbinamento tra alimenti etnici e mondo vegano/vegetariano può rivelarsi più che soddisfacente per ogni realtà ricettiva di settore che voglia crescere.

La fetta di consumatori che apprezza entrambe queste caratteristiche è in costante aumento e questo mix corrisponde ad una leva di marketing di ottimo livello.