Shirataki, pasta dietetica
POST

Shirataki, la pasta dietetica

La pasta shirataki non contiene calorie, ma sazia come un piatto di pasta

Si chiamano shirataki, sono un elemento tradizionale della cucina del Giappone, dove sono conosciuti anche con il nome di ito konjaku, e della Cina (moyu o juruo).

Pasta shirataki, gli spaghetti senza carboidrati

Gli shirataki sono buoni e poco calorici

Assomigliano agli spaghetti: hanno la stessa forma, ma una consistenza diversa, più gelatinosa, trasparente, quasi lucida. Gli shirataki saziano come un piatto di pasta. Non contengono calorie sotto forma di carboidrati. Per questo sono ideali per chi segue diete dimagranti. Inoltre sono perfetti per celiaci, in quanto senza glutine.

 

Come si produce la pasta shirataki?

Il konjac, una pianta popolare in Oriente

Questa pasta dietetica è composta da acqua glucomannano, una farina di fibra solubile al 100% che si estrae da una pianta asiatica chiamata konjac. In Italia il nome dice poco, ma in Giappone è popolare quanto il riso ed è utilizzata nell’alimentazione da quasi duemila anni. Il konjac assomiglia a una grossa barbabietola e può pesare fino a quattro chili. Ha una particolarità: cresce in alta montagna, dove l’aria è più genuina e il terreno incontaminato. Trova largo impiego nella cucina asiatica, è infatti utilizzata anche in Indonesia, mentre in Corea del Sud vanno pazzi per i bulbi, molto simili alle patate.

 

La pasta perfetta per la dieta

La pasta shirataki arriva in Occidente

Gli shirataki nascono, dalla lavorazione del glucomannano, fino a ottenere i vermicelli che in Occidente sono stati portati alla ribalta dal celebre nutrizionista francese Pierre Dukan. Egli, attraverso l’omonima dieta, si prefigge di far dimagrire naturalmente, cibandosi degli alimenti fondatori della specie umana: proteine e verdure. Gli shirataki sono infatti ricchi di fibre e hanno un bassissimo contenuto calorico: circa 10 kcal per 100 grammi.

 

Versatilità in cucina della pasta shirataki

Vermicelli all'orientale o spaghetti all'italiana?

Gli shirataki di konjac sono il “primo piatto” ideale per chi non riesce a fare a meno della pasta. Contengono pochissime calorie, lasciando inalterati gusto e senso di sazietà. Non contengono glutine, hanno un forte potere assorbente e favoriscono la riduzione del colesterolo. Oltre ad avere numerosi benefici per la salute, dovuti anche al loro alto contenuto di fibre, sono anche molto semplici da preparare. È sufficiente immergerli in acqua bollente e lasciarli cuocere per 7 minuti. Grazie alla loro somiglianza con gli spaghetti di grano duro, utilizzati nella cucina italiana, gli shirataki possono essere conditi come un normalissimo piatto di pasta. Quindi ci si può sbizzarrire. Sono buonissimi alla carbonara, con uova, pancetta e pecorino, oppure, per chi non vuole sgarrare troppo, al tonno o con carciofi e pomodorini. Possono anche essere serviti come contorno, ad esempio per accompagnare il pollo. Insomma, nulla di meglio della pasta di konjac per non rinunciare al un bel piatto di pasta senza intaccare la linea.

 

Shirataki alle verdure

La pasta dietetica adatta a ogni tipo di dieta

Gli shirataki di konjac sono un ingrediente molto versatile e adatto a ogni tipo di alimentazione, consigliati anche per la perdita di peso. Vediamo insieme come realizzare una ricetta deliziosa e ipocalorica con questa gustosa pasta dietetica.

Ingredienti  per due persone

  • 250 g di shirataki precotti
  • 200 g di carote
  • 200 g di zucchine
  • 1 cipolla
  • olio extra vergine
  • curry
  • sale
  • semi di sesamo 
  • salsa di soia

Sciacqua la pasta dietetica precotta e taglia carote e zucchine a listarelle. Poni quindi le verdure tagliate in una padella con cipolla e sale, facendo cuocere per una decina di minuti. Una volta cotte le verdure, aggiungi la pasta di konjac e la salsa di soia.

In soli 15 minuti i tuoi  spaghetti shirataki sono pronti per essere serviti con una spolverata di semi di sesamo come guarnizione. Buon appetito!

 

Shirataki con gamberi e verdure

Una ricetta facile e veloce con gli shiraki di konjac

La pasta di konjac si adatta sia a piatti vegetariani e vegani, sia a ricette contenenti pesce e carne. Sono infatti molto buoni abbinati al pollo, ma anche ai gamberi. Vediamo insieme i pochi semplici passaggi necessari per realizzare un bel piatto di spaghetti konjac con gamberi e verdure.

Ingredienti per due persone

  • 300 g di shirataki
  • una decina di gamberi
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 100 g di germogli di soia
  • salsa di soia
  • olio EVO
  • 1 peperoncino fresco

Taglia a julienne carota e zucchina e fai scaldare l’olio in una padella. Aggiungi quindi le verdure e lava i gamberi. Quando la verdura è praticamente pronta aggiungi i germogli e la salsa di soia in padella.

Togli quindi il carapace ai gamberi, lasciando la coda, ma eliminando il filo intestinale. Ponili poi in padella con le verdure. Sciacqua gli shirataki e falli bollire per circa 2 minuti. Una volta pronti, scolali e versali in padella.

Ecco servito un piatto adatto alla tua dieta, ma senza rinunciare al gusto.