Panela, un colpo in canna da zucchero
POST

Panela

Un colpo in canna da zucchero

È diffusa nel sud continente latino. Cambia nome a seconda della nazione, è ricca di vitamine e sali minerali ed è utilizzata per i dolci.

La panela è un prodotto alimentare tipico dell’America Latina. Ed è utilizzato abbondantemente sia come cibo sia come dolcificante, anche se il nome cambia in base al Paese e alla lingua locale. Ad esempio in Bolivia e in Perù, se si vuole acquistare la panela in un negozio, bisogna chiedere la chancaca o l’empanizao, mentre nel Messico meridionale si chiama piloncillo (attenzione, perché da queste parti la panela è un tipo di formaggio). A Santiago del Cile o a Buenos Aires si chiama rapadura o raspadura, anche se in Argentina si può trovare anche con il nome di dulce de chala, mentre in Nicaragua la chiamano atajo de dulce.

Cambiano i nomi, ma il processo di preparazione rimane lo stesso: la materia prima è sempre la canna da zucchero, molto diffusa in America Centrale e Meridionale, di cui il Brasile è il primo produttore mondiale. La panela si ottiene dal guarapo, il succo della canna da zucchero sottoposto prima a ebollizione poi a evaporazione e in seguito lasciato essiccare in solidi panetti dal colore giallo scuro, che rappresentano il prodotto finito.

In Colombia è così comune che si usa per produrre una bevanda consumata quasi quanto il caffè: si chiama agua de panela ed è diffusa praticamente in tutto il Paese; nei posti caldi e sulla costa è servita come bibita fresca al succo di limone, mentre nell’entroterra e in altura, dove le temperature sono più rigide, si beve calda ed è spesso accompagnata a un pezzo di formaggio.

Inoltre, la panela rappresenta una valida alternativa allo zucchero tanto che si sta diffondendo anche fuori dai confini dell’America Latina. Ha però un alto potere dolcificante e quindi è necessaria attenzione con le dosi; contiene poi le vitamine A, B, C, D ed E ed è ricca di sali minerali come calcio, ferro e fosforo. Ed è anche un valido ingrediente per dolci e torte.