NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 2273

Ginger beer

L’ingrediente principale è lo zenzero, il contenuto alcolico limitato. è apprezzata in tutto il continente nero
ed è utilizzata dai barman per la preparazione dei cocktail come il moskow mule.

Non esiste una ricetta universale per la ginger beer. L’ingrediente principale è lo zenzero, una pianta erbacea originaria dell’Asia Minore, da cui si ricava l’omonima spezia molto utilizzata in cucina come aromatizzante, in liquoreria per bibite dissetanti e, appunto, nell’industria della birra.

Anche se la ginger beer, nonostante il nome possa trarre in inganno, birra non è. Innanzitutto ha un contenuto alcolico minimo, basti pensare che in Inghilterra già nel 1855 le norme statali imponevano un limite del 2% di alcol così da renderla una bevanda molto popolare tra i ragazzi.
Oltre allo zenzero (alcuni lo grattugiano, altri lo schiacciano) è prodotta con limone, zucchero e lievito. La ricetta antica prevede anche l’aggiunta di aromi quali il ginepro, la liquirizia o addirittura il peperoncino.

In Inghilterra, all’inizio degli anni ’30, c’erano ancora tremila produttori sparsi per tutto il Paese per soddisfare una richiesta molto alta e si poteva acquistare questa bevanda anche da venditori ambulanti, che la producevano al momento grazie a speciali macchine trainate da un pony.
Ovviamente, c’è chi ancora adesso la prepara artigianalmente tra le mura domestiche.

La ginger beer, nata in Inghilterra intorno al 1700, è oramai conosciuta in tutto il mondo. È commercializzata e apprezzatissima in Sudafrica e, in generale,
in tutto il continente nero dove è conosciuta anche come tangawizi (che in swahili significa zenzero), è inserita tra i prodotti tipici dell’Australia mentre in Giamaica ha un gusto leggermente diverso: al posto del succo di limone c’è quello del lime.

La ginger beer, inoltre, è utilizzata dai barman di tutto il mondo per la preparazione dei cocktail più in voga: uno di questi è sicuramente il Moskow mule. Nato a Los Angeles negli anni ’40, negli Stati Uniti diffuse la vodka, miscelata in un boccale di rame assieme a ginger beer e a una goccia di lime fresco. Negli yacht club più esclusivi delle Bermuda si beve, invece, il Dark & Stormy, letteralmente “buio e tempestoso”, un long drink nato negli anni ’30 e composto da ginger beer rum scuro con succo di mela e lime.

Articoli correlati (da tag)

Potrebbe interessarti...

Le marche

Negozi

negozi

Se sei un privato e stai cercando
i nostri prodotti, ecco una lista dei negozi dove potrai trovarli.

Guarda tutti >>

Richieste

cerca

Stai cercando da tempo un prodotto che non trovi? Vorresti inserire nel tuo assortimento una marca difficile da trovare in Italia?  Segnalacelo!

Compila il modulo di richiesta.

Cataloghi

CopertineCataloghiFooter

Unicash

logoUnicashFooter

VIENI A TROVARCI
IN VIA WALTER TOBAGI, 8/2
A PESCHIERA BORROMEO (MI)

DA LUNEDÌ A VENERDÌ DALLE 8.30 ALLE 18.00
IL SABATO DALLE 8.00 ALLE 18 .00

Eathnic

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato di novità e promozioni