NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 2273

Cacao - il cibo degli dei

Una storia antica, quella di uno tra gli alimenti più amati del mondo. Diffuso in Africa, in Asia e nelle Americhe, vanta proprietà eccezionali, per il corpo e per la mente.

Tutto nasce dai semi. È da quelli più pregiati che viene estratto il cibo degli dei. Certo non si contano gli alimenti che sono stati definiti con queste parole, ma per il cacao è diverso.
Theobroma cacao: il nome scientifico della pianta – diffusa oggi in Africa, India occidentale, nelle zone tropicali delle Americhe e nel lontano Oriente - vuol dire proprio questo (dal greco theos = dio e broma = nutrimento).

E il motivo forse c’è: probabilmente non tanto per la sua rarità quanto per le doti estatiche e le proprietà eccitanti, quelle che ne hanno ispirato leggende e miti. Quelle che, tra l’altro, ne motivarono la diffusione ancor prima che approdasse in Europa. Secondo gli storici il cacao, infatti, era già ben diffuso intorno al 1520 tra i conquistadores spagnoli in Messico, i quali divennero presto avvezzi alla potente bevanda scura prodotta con i semi del cacao e venerata dalla società azteca, che di lì a poco avrebbero decimato.
La gustavano la sera tardi, gli spagnoli, secondo il cerimoniale locale, servita da mogli, concubine e schiavi autoctoni. Date le circostanze, è facile immaginare come le dicerie sulle proprietà afrodisiache del cacao fossero già allora ben note.

Oggi la scienza non ha fatto che confermare: Adam Drewnowski, ricercatore dell’università del Michigan (Usa), ha studiato a lungo il modo in cui il cioccolato può stimolare nel cervello la produzione di oppioidi, sostanze responsabili di sensazioni di leggera euforia. Il cacao è veramente, come vuole il luogo comune, un antidepressivo naturale: attenua le sensazioni dolorose ed esalta quelle di benessere. Proprietà benefiche, quindi, che nascono già con il frutto, la cabosse, che contiene i pregiati semi. Quando è maturo e la sua buccia è dura come cuoio, al suo interno trovano spazio fino a 40 semi, comunemente chiamate fave, sottoposte a fermentazione, essiccazione, torrefazione e raffinazione. Il tutto secondo precise procedure tradizionali che hanno lo scopo di mantenere intatte le qualità di questo alimento.

Potrebbe interessarti...

Le marche

Negozi

negozi

Se sei un privato e stai cercando
i nostri prodotti, ecco una lista dei negozi dove potrai trovarli.

Guarda tutti >>

Richieste

cerca

Stai cercando da tempo un prodotto che non trovi? Vorresti inserire nel tuo assortimento una marca difficile da trovare in Italia?  Segnalacelo!

Compila il modulo di richiesta.

Cataloghi

CopertineCataloghiFooter

Unicash

logoUnicashFooter

VIENI A TROVARCI
IN VIA WALTER TOBAGI, 8/2
A PESCHIERA BORROMEO (MI)

DA LUNEDÌ A VENERDÌ DALLE 8.30 ALLE 18.00
IL SABATO DALLE 8.00 ALLE 18 .00

Eathnic

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato di novità e promozioni